L’attività progettuale, sia essa riferita ad opere infrastrutturali o ad ambiti territoriali, è profondamente mutata nel corso degli ultimi decenni, configurandosi come attività processuale nel corso della quale intervengono attori, temi e procedure autorizzative differenti.

L’attività progettuale deve pertanto essere pronta a recepire le eterogenee esigenze che potranno di volta in volta rappresentarsi e, al contempo, capace di non derogare dal perseguimento degli obiettivi e delle scelte strutturanti.

Flessibilità e coerenza costituiscono quindi la cifra attraverso la quale definire i requisiti primari della attività di progettazione e prospettano come necessaria la “progettazione del progetto”.

Progettare il progetto significa quindi definire i percorsi di lavoro e procedurali, la sequenza di azioni e le tipologie di strumenti analitici e progettuali da sviluppare al fine di accompagnare il progetto dalla ideazione alla sua realizzazione.

Operare la progettazione del progetto costituisce una attività complessa che consta di tre fondamentali fasi di lavoro, consecutive e cicliche: la scomposizione del tema progettuale generale in singoli nodi concettuali, frutto delle specificità del tema e del contesto al quale esso è riferito; la sistematizzazione, nella quale sono definiti i gradi di correlazione tra i nodi; la strutturazione dei nodi all’interno di un percorso nel quale sono individuatele azioni da intraprendere, definendole in termini di attività da svolgere, documenti da produrre e procedure da attivare, nonché la loro sequenza logica.

La necessità della costruzione del progetto del progetto quale unica strategia attraverso la quale poter dare risposta ad iniziative progettuali complesse rappresenta per IRIDE un fondamentale convincimento e, in tale ottica, ha sviluppato una propria metodica di lavoro in grado di affiancare il Proponente nella definizione del più efficace iter attraverso il quale conseguire non solo i necessari provvedimenti autorizzativi ed approvativi, quanto anche creare quella altrettanto indispensabile consenso sociale.

Schema FM